Loading...
Cultura 2018-05-07T17:52:26+00:00

CULTURA E BORGHI

COSA VEDERE A CASCIA

Durante la vostra sosta a Cascia, oltre la Basilica di Santa Rita e ai luoghi della tradizione ritiana, sono molti i luoghi di interesse culturale che potete visitare anche con una sola mezza giornata a disposizione.
roccaporena cascia hotel magrelli

Biblioteca e Palazzo Carli

Palazzo Carli è la sede della Biblioteca dell’Archivio Storico, dove si possono trovare i più importanti e più antichi fondi archivistici della città. Nel palazzo è presente uno splendido giardino che ospita molte varietà di piante, alcune molto rare.

Circuito Museale

Il Circuito Museale di Cascia comprende il Museo civico di Palazzo Santi e la Chiesa Sant’Antonio Abate, che mettono a disposizione del pubblico visite guidate, attività tematiche e laboratori didattici.

Palazzo Frenfanelli

Il palazzo risale al XVI secolo e oggi è la sede del Comune di Cascia.

Roccaporena

Roccaporena è la frazione di Cascia dove nacque Santa Rita: oggi il paese si dedica a mantenere vivo il ricordo della Santa tramite i luoghi che segnarono la sua vita, come il Lazzaretto, la Grotta d’Oro e lo Scoglio della Preghiera.

CULTURA E BORGHI

Avendo come base gli alberghi del Gruppo Magrelli, possiamo consigliare borghi e passeggiate o aree di interesse facilmente raggiungibili per gite in giornata. Per chi cerca luoghi d’interesse storico culturale nei dintorni di Cascia, a pochi chilometri di distanza c’è molto da scoprire, a seconda del tempo a disposizione.
Castelluccio di norcia hotel magrelli

Vallo di Nera

Torri, case di pietra, vicoli suggestivi: l’atmosfera di questo paese-monumento piacerà ad adulti e bambini.
Le strutture medievali di Vallo di Nera si conservano infatti quasi intatte, in particolare la chiesa di Santa Maria e la parrocchiale di San Giovanni Battista. Lungo il fiume che dà il nome al paese ci sono paesaggi di grande bellezza che possiamo indicarvi.

Scheggino

Passava per Scheggino la ferrovia Spoleto-Norcia: quando la linea è andata in disuso il percorso è diventato parte della bella ciclabile che collega i due paesi e che attira molti cicloturisti in ogni stagione.
Se alloggiate in uno degli hotel del Gruppo Magrelli, sapremo darvi ogni indicazione per una gita in bicicletta davvero particolare.

Monteleone di Spoleto

Monteleone è famosa per il ritrovamento di una biga etrusca conservata al Metropolitan Museum di New York, per i suoi edifici religiosi dentro mura ancora  e per fossile di ammonite trovato a metà degli anni 90. La sua posizione in cima a un colle spiega l’importanza strategica del borgo, specie nel 1500, e del castello, più volte ricostruito nei secoli.
Partendo da Cascia, vi consigliamo una gita a Monteleone in agosto:  per la Sagra degli “Strascinati”, piatto tipico di pasta condita con uovo, pecorino e salsiccia con rievocazione storica e gara di tiro con l’arco, oppure in occasione della Sagra del Farro.

Cerreto di Spoleto

Comune montano di origine medievale, a 500 m di altezza: il suo nome deriva foreste di cerri che lo circondano. Era noto nell’antichità per i suoi erboristi e speziali che preparavano presunti elisir di lunga vita.
Potete visitare il Monastero di San Giacomo (XIV-XV sec.) o fare un’escursione  Borgo Cerreto, alla ricerca dei resti delle mura e dei torrioni del  forte difensivo , o al Santuario della Madonna della Stella, eremo agostiniano del 1600.
Mangiando nei dintorni troverete sicuramente piatti al rinomato tartufo nero della zona.

Spoleto

Da Cascia è possibile raggiungere la bella Spoleto per una gita in giornata. Famosa in tutto il  mondo per il Festival dei Due Mondi, che dal 1958 anima le sue estati richiamando artisti e spettatori nazionali internazionali, ha anche altre spettacolari bellezze che meritano il viaggio.
La Rocca Albornoziana, fortezza imponente, simbolo della città: all’interno un Museo e un teatro all’aperto. Da non perdere il suggestivo Ponte delle Torri, acquedotto pare di epoca romana che collega la Rocca Albornoziana a Monteluco, bosco collinare di antichi eremiti. Se avete poco tempo, la Cattedrale di Santa Maria Assunta è la chiesa di maggior interesse: la sua posizione scenografica in fondo a una scalinata, circondata da palazzi antichi rende indimenticabile la sua facciata romanica di pietra chiara ricamata di rosoni.

Castelluccio di Norcia

La celebra piana delle lenticchie, fotografata in tutto il suo splendore da turisti di tutto il mondo quest’anno nonostante il terremoto ha rivisto la fioritura. E’ uno spettacolo indimenticabile, una delle cose da fare nei dintorni di Cascia che non potete mancare. Per gli ospiti delle nelle nostre strutture raggiungere la Piana non è difficile, perché la strada prima bloccata è stata riaperta. Con un po’ di preavviso, in albergo possiamo darvi le indicazioni necessarie a godervi la gita: in qualunque stagione l’altopiano è una vista mozzafiato.

Norcia

Racchiusa da belle mura medievali (XIII sec.), purtroppo in alcuni punti danneggiate dal terremoto del 2016 come basilica di San Benedetto. Una passeggiata a Norcia mantiene però il fascino del tipico borgo umbro, i vicoli stretti, le case in pietra, alcune botteghe di prodotti tipici che stanno resistendo e che meritano una visita. Da Cascia a Norcia ci sono solo 19 km, vale la pena di percorrerli anche solo per mostrare solidarietà agli abitanti e ammirare il bel palazzo comunale, con la torre in fase di restauro.